Acciaierie Valbruna Bz-VelcoFin interLocks 65-46 (9-13,27-25,48-42)

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO: Luppi 3 (0/1, 1/2), Mossong* 20 (1/5, 3/6), Gottardi* 2 (1/3, 0/1), Rossi* 2 (1/7, 0/1), Mingardo, Zanetti* 18 (7/14 da 2), Consorti* 7 (2/6, 0/1), Hafner NE, Hafner, Egwho 13 (6/11 da 2), Rossetto NE
Allenatore: Pezzi Alessandro.
Tiri da 2: 18/49 – Tiri da 3: 4/11 – Tiri Liberi: 17/24 – Rimbalzi: 40 11+29 (Mossong 14) – Assist: 10 (Zanetti 5) – Palle Recuperate: 10 (Zanetti 3) – Palle Perse: 15 (Zanetti 5)
VELCOFIN INTERLOCKS VICENZA: Matic* 8 (3/7 da 2), Chicchisiola 4 (2/3 da 2), Destro Martina, Monaco 3 (0/10, 1/1), Colombo* 12 (5/10 da 2), Destro Federica, Stoppa* 5 (1/6, 1/4), Mioni NE, Gamba 2 (1/3 da 2), Ferri* 4 (2/10 da 2), Santarelli* 6 (2/6, 0/1), Zanetti 2 (1/3 da 2)
Allenatore: Corno Aldo
Tiri da 2: 17/61 – Tiri da 3: 2/6 – Tiri Liberi: 6/12 – Rimbalzi: 30 8+22 (Santarelli 7) – Assist: 9 (Santarelli 5) – Palle Recuperate: 1 (Stoppa 1) – Palle Perse: 20 (Colombo 6)
Arbitri: Castellano V., Sordi P.

Severa sconfitta di VelcoFin InterLocks in quel di Bolzano: il risultato finale di + 19 per le altoatesine è molto eloquente. E’andata come si poteva prospettare essendo pessimisti: Bolzano in palla, molto vivo e sempre in partita, conscio della delicatezza della partita; Vicenza svogliato, poco incisivo e per niente pungente in difesa. Le ragazze di Pezzi hanno dato l’anima e sono state premiate perchè, per merito della prestazione odierna, hanno abbandonato l’ultimo posto in classifica, appannaggio ora del solo Varese che ha perso in casa contro Marghera. Un po’ di cronaca. VelcoFin interLocks parte bene: 8-2 al 5° per merito di Colombo (4 punti), Santarelli e Matic. A difesa individuale entrambe le squadre, ma Pezzi opta quasi subito per la zona che manterrà per tutta la partita mentre Corno alternerà spesso le difese con risultati purtroppo modesti. Accorcia le distanze Bolzano e il periodo si chiude sul 9-13 per le vicentine. Inizio disastroso quello del secondo semitempo: 10-0 per Bolzano, a cui Vicenza risponde con un 6-0. Corno ordina la 1-3-1 e la partita si incanala su una sostanziale parità: 27-25 alla fine del primo tempo. Pareggio immediato di Anna Colombo e qui inizia una nuova partita. Sull’aire di un grande e alquanto fortunoso canestro da 3 di Luppi, Bolzano scappa e non verrà più ripreso. Grandi meriti a Mossong che sale in cattedra, di Zanetti Lucrezia e di Egwho, cl 1997, cm 190, autrice di una partita ottimale corroborata da 10 rimbalzi. Al 5° 39-32, al 9° 48-39. Monaco allo scadere segna la sua unica tripla che porta il punteggio sul 48-42 e dà adito ancora alle speranze. Ma è solo utopia. Dopo che Eleonora Zanetti segna il 48-44, Acciaierie Valbruna negli ultimi 10 minuti s’invola, diventa imprendibile giocando un ottimo basket, difendendo con intensità e attaccando con lucidità. Il risultato dell’ultimo periodo sancisce 17 punti per Bolzano, 4 per Vicenza (che ha segnato 2 punti con la giovane Gamba in 9 minuti) che si dimostra troppo mollaccione, arrendevole ed impreciso. Nel frattempo Itas Bolzano batte in casa Albino per 62-59 e si porta a 2 lunghezze da Vicenza nella lotta per il settimo posto. Mancano 5 partite e urgono almeno due vittorie. E arriva domenica a Vicenza uno scomodo cliente come Castelnuovo Scrivia che ha appena sconfitto di brutto Udine per 58-45. All’andata fu festa vicentina. Che sia di buon auspicio. Forza VelcoFin Interlocks! Coraggio ragazze, c’è ancora da lottare e da soffrire.

Niente risposte to "Acciaierie Valbruna Bz-VelcoFin interLocks 65-46 (9-13,27-25,48-42)"


    Qualcosa da dire

    Some html is OK