Crema-VelcoFin InterLocks

Comunicato Stampa 5 maggio 2019 relativo a Crema-VelcoFin InterLocks                           54-43 (18-15, 10-13, 16-6, 10-9).

Tabellini

Crema: Melchiori 13, Nori 9, Capoferri 7, Iuliano, Blazevic 6, Caccialanza 2, Parmesani Francesca 4, Cerri 5, Degli Agosti, Grassia 2, Parmesani Federica 6. All Diego Sguaizer

Tl 3/5   tiri da due 18/42   tiri da tre   5/17   RO 10   RD 40 RTot 50  PP 29  PR  9

VelcoFin InterLocks: Matic 10, Chicchisiola, Destro Martina ne, Monaco 6, Colombo 2, Destro Federica, Stoppa 5, Mioni 4, Gamba ne, Ferri 2, Santarelli 4, Zanetti 10. All Aldo Corno.

Tl 6/8   tiri da due 17/51   tiri da tre 1/12   RO 6 RD 25 Rtot 31   PP 14  PR 17

Arbitri Sara Sciliberto e Michele Biondi

Nessuna sorpresa: come da pronostico Crema batte Vicenza e prosegue nei playoff a incontrare Alpo Villafranca; VelcoFin InterLocks esce di scena al primo atto con decoro spremendo sudore fino all’ultimo pallone. Davanti a chi ti è più forte giusto inchinarsi e applaudire. Vogliamo partire da un dato sorprendente: le 29 (18 solo nel primo tempo) palle perse dalla padrone di casa contro i 17 recuperi di Vicenza! Significa che le giocatrici beriche hanno giocato bene in difesa con la giusta grinta e aggressività: certo meglio che in casa il primo maggio. Tenere una squadra forte come Crema a 54 punti è un gran merito per la squadra di Corno che a lungo ha sfoderato la sua “arma” cioè la 1-3-1 con risultati al solito positivi. Ma se poi dall’altro lato fai il 29% di realizzazioni dal campo vuol dire che la bontà del lavoro precedente va a farsi benedire; e i 40 rimbalzi difensivi di Crema stanno a testimoniare la mira fasulla della serata berica. Alla fine dell’anno agonistico possiamo dire in tutta tranquillità: è il tallone d’Achille della squadra, una pecca grave che Ferri e compagne si sono trascinate dalla prima giornata. La cronaca dice di un bel primo periodo: 18-15 con squadre a difesa individuale. Crema esordisce con un canestro di Nori a cui rispondono Ferri e Colombo per l’unico vantaggio vicentino. Le squadre passano subito a zona e Crema si porta prima sul 16-7 poi con Blazevic sul 18-9. Ma Matic (2 punti) e Zanetti (4 punti) riportano sotto VelcoFin InterLocks. Nel secondo periodo Crema parte benissimo e al 2° minuto è già avanti di 8 (23-15), ma Matic e Zanetti (3 canestri) ricuciono e in chiusura Monaco mette a segno l’unica bomba della serata berica impattando il match: 28-28. Intanto Corno mantiene la sua squadra a difendere 1-3-1 mentre Sguaizer schiera la uomo che non mollerà più. Nel terzo succede quello che abbiamo visto a Vicenza. La batteria delle tiratrici da tre, con le polveri bagnate nel primo tempo (1/8), si risveglia mettendo a segno ben 4 bombe. Cominciano Rizzi e Capoferri più  Melchiori da due e il tabellone segna un 8-0 in meno di due minuti. Reagisce Vicenza con doppio Matic e Santarelli 36-34 al 7°, e qui sale in cattedra la neoconvocata al raduno della Nazionale Francesca Melchiori che mette dentro 2 bombe (una allo scadere stratosferica); assommando un canestro da 2 di Cerri si chiude sul 44-34. Il quarto atto è il più modesto. Crema si mantiene sempre in testa e con un canestro di Grassia si porta al massimo vantaggio 52-38 al 4°. Entra Milena Mioni, la più giovane della truppa, e fa subito doppietta ristabilendo il distacco sui 10 punti con cui le squadre si avviano a concludere il match sempre lottando caparbiamente. Nessuna resa da parte vicentina se non la maledetta imprecisione al tiro dal campo. Nessun dramma in casa VelcoFin InterLocks : Corno ha concesso una decina di giorni di riposo. Verso metà maggio si riprenderanno gli allenamenti.

Ufficio Stampa

A.S. Vicenza VelcoFin InterLocks

Niente risposte to "Crema-VelcoFin InterLocks"


    Qualcosa da dire

    Some html is OK