Velcofin InterLocks- Autosped C.Scrivia 64-48 (18-15, 36-22, 51-31)

Risultato finale: 64-48 (18-15, 36-22, 51-31)

Tabellini:

VelcoFin InterLocks: Matic 13 – Cicchisiola 2   – Destro Martina ,  – Monaco   – 9 Colombo 2 -Destro Federica,   – Stoppa 14  – Mioni,  – Gamba ne   – Ferri 9  – Santarelli 12   – Zanetti 2

Tl 10/16     tiri da due 18/48     tiri da tre 6/19    Rdif 22      Roff 14     PP 14      PR  17  All. Aldo Corno  vice Stefano Strukul

Autosped C. Scrivia: Canova 12   – Repetto,   – Corradini ne.   – Martelliano 4  – Colli Carolina 2   – Serpellini ,   – Colli Claudia 12,    – Quintero ,  – Salvini 3  – Stoiedin 13  – Pieropan ne., Francia 2

Tl 9/14   Tiri da due 15/33    tiri da tre 3/18    Rdif 32      Roff 12      PP 27    PR 5

All. Fabio Pozzi   vice Primo Maresca

Arbitri: Alberto Giansanti di Siena e Marco Attard di Firenze

Vicenza VelcoFin InterLocks bissa l’andata e batte Autosped Castelnuovo Scrivia per 16 punti: 64-48 al termine di una tra le più riuscite partite dell’anno per le biancorosse di casa. Va subito detto che Autosped non ha potuto schierare due giocatrici importanti come il play capitano Licia Corradini e l’ex Irene Pieropan, inforunate; ma ciò nulla toglie alla enorme voglia di vincere messa in campo da Ferri e compagne. Stasera la 1-3-1 sfoderata da Corno dal secondo periodo ha funzionato alla grandissima causando enormi grattacapi alle giocatrici piemontesi: una selva di braccia mani gambe da far impallidire la selva oscura di dantesca memoria. Solo nel primo periodo Autosped al 4°minuto mette la testa avanti 6-8; per il resto è stato un lungo monologo vicentino, con un secondo e un terzo periodo davvero giocati con una intensità eccezionale ed encomiabile precisione, come richiesto  in prepartita da coach Corno.

  Tre giocatrici in doppia cifra, due arrivate a 9 punti, a testimoniare la coesione del gruppo. 27 palle perse dalle avversarie (moltissime delle quali per merito della difesa vicentina) e 17 recuperate dalle beriche sono a significare che oggi non ce n’era per nessuno. Massimo vantaggio vicentino al 4° minuto dell’ultimo periodo 58-35 su canestro di Federica Monaco. Il 6/19 da tre fa da cornice alla prestazione corale. Matic ha forse giocato la partita migliore da quando è a Vicenza, ma non da meno sono risultate Francesca Santarelli, capace nel suo momento migliore di un 3/3 strappa applausi dalla lunga distanza e di 5 recuperi difensivi. Stoppa è rientrata da par suo e ottima la prova di Ferri e di Monaco, che con la sua generosità è riuscita a dare tanto sprint alla squadra. Unica nota non positiva i rimbalzi: 44 per Scrivia, 36 per Vicenza…pazienza! Negli ultimi minuti Corno ha dato spazio a Milena Mioni, la più giovane di tutte, la coccola di squadra che però è dotata di una forza erculea. Si è fatta valere e ha meritato gli applausi del pubblico e delle compagne per la sua determinazione. Adesso la trasferta a Crema, la squadra più in forma del campionato. Ma dopo questa vittoria si può andare in terra lombarda con grande serenità.

Niente risposte to "Velcofin InterLocks- Autosped C.Scrivia 64-48 (18-15, 36-22, 51-31)"


    Qualcosa da dire

    Some html is OK