Arriva al palasport Ponzano

 

Arrivano a Vicenza in diretta successione Ponzano e Albino, due squadre in classifica sottostanti a VelcoFin InterLocks sulle quali all’andata le vicentine si sono imposte abbastanza agevolmente. Ma da allora le situazioni sono cambiate. VelcoFin Interlocks è in emergenza causa infortuni: ha fuori per almeno altre due giornate Valentina Stoppa (il melone che ha attualmente al posto della caviglia si sta per fortuna lentamente sgonfiando), play guardia vitale per il gioco d’attacco e fondamentale per ricoprire il ruolo di pendolino lungo la linea di fondo della 1-3-1; per un’altra giornata  Ivona Matic, il pivot così importante per la sua utilità sotto canestro. La buona notizia riguarda Anna Colombo, certamente non al meglio, ma averla in campo, per  le sue doti di velocità e di penetrazione e la sua ottima propensione ai rimbalzi,  fa ben sperare coach Corno. “Aspettiamo con fiducia che questo momento negativo passi presto da poter recuperare le nostre infortunate e intanto stringiamo i denti”. Domenica ospite al palasport cittadino Ponzano, reduce da 3 vittorie consecutive, l’ultima da cardiopalma  contro Moncalieri con punteggio stellare – 83-82 – dopo 2 tempi supplementari. Dal cambio dell’allenatore e con l’arrivo in prestito dalla Reyer dell’australiana  Alexandra Ciabattoni cl 1994 guardia di cm 181 Ponzano si è come rivitalizzato e sicuramente viene a Vicenza per fare la sua partita. Ciabattoni – giocatrice di lusso per la A2 – nelle sue 3 partite ha segnato rispettivamente a Varese 28 punti, a Marghera 13, e nell’ultima in casa ancora 28: soprattutto è imbattuta. Brutto cliente per la truppa di coach Aldo Corno; il quale da parte sua non è assolutamente rassegnato. Punto focale sarà limitare la new entry trevigiana e giocare al massimo delle forze facendo leva sull’orgoglio, sullo spirito di squadra e sull’intensità difensiva. Sputare sangue è la parola d’ordine: bisogna esserci con la testa e con le gambe.

Niente risposte to "Arriva al palasport Ponzano"


    Qualcosa da dire

    Some html is OK