Sanga Milano- VelcoFin InterLocks 73-52 (24/12, 44/20, 64/44)

5 gennaio 2020

Sanga Milano: Toffali 18, Cicic 7, Guarneri 5, Beretta 14, Dell’Orto ne., Visigalli 2, Pagani, Lussana 11, Quaroni 4, Trianti, Carrara 9, Stilo 3. All Franz Pinotti

 

Tiri da due 19/39   tiri da tre 7/21   TL 14/18   Roff 10  Rdif 27  Rtot 37  PP 12 PR 5

VelcoFin InterLocks: Olajide 10, Peric 9, Gramaccioni 3, Monaco 14, Luraschi, Zavalloni, Kolar, Profaiser 3, Mioni 5, Salvucci 1, Sartore 3. All Aldo Corno

Tiri da due 15/43   tiri da tre  3/11  TL 13/28  Roff 16  Rdif 25 Rtot 41  PP 15 PR 4

Arbitri Simona Belprato e Arianna Del Gaudio

Non riesce VelcoFin InterLocks a interrompere a Milano la maledetta serie negativa che perdura dalla seconda giornata del campionato. E proprio alla vigilia di 2 turni decisivi per continuare a sperare – con Marghera domenica al Palazzetto e poi a Ponzano – la squadra vicentina disputa una prova incolore che davvero impensierisce e che nessuno si aspettava dopo la buona partita (pur perdente) contro S.Martino. Dopo un confortante inizio – 5/7 al 4° col primo canestro di Olajide – è stato tutto un monologo vincente milanese a cui Vicenza si è arresa senza difesa, su cui Corno molto contava, e senza riuscire a trovare la via del canestro. Eloquenti i numeri: 24/12 alla fine del primo periodo; 44/20 al termine del secondo (quando Sanga raggiunge il massimo vantaggio di 29 punti al 9° per 44/15); 64/36 al terzo e solo nel 4° atto, quando Sanga ha mollato le redini dando spazio a tutte le sue giovani, si è verificata una piccola rimonta, frutto soprattutto del grande impegno di Federica Monaco che ha disputato un secondo tempo davvero encomiabile, unica a salvarsi dal marasma generale. Ed è attorno alla loro capitana, sempre generosa e grintosa che mai alza bandiera bianca, capace di realizzare 14 punti e di catturare 7 rimbalzi in 34 minuti di gioco, che tutte le altre devono stringersi: il suo è il giusto- e unico-  esempio per poter cercare di uscire dalle sabbie mobili. Marghera ieri ha perso con Mantova per cui si presenta domenica prossima uno scontro al cardiopalma tra penultima e ultima (Marghera ancora a zero punti); Ponzano terzultimo è stato sconfitto a Carugate e la prossima gara va a Bolzano. Da questo intreccio esce il futuro di VelcoFin InterLocks, a patto però che la squadra di Aldo Corno le batta tutt’e due. Domenica prossima al Palazzetto di via Goldoni si gioca una partita, in tutti i sensi, da non perdere. Vogliamo terminare sportivamente elogiando l’ottima prova del Sanga Milano tra le cui file sono brillate fra tutte tre giocatrici giovani come Toffali, Lussana e Beretta, che davvero possono aspirare a vette più alte.

Niente risposte to "Sanga Milano- VelcoFin InterLocks 73-52 (24/12, 44/20, 64/44)"


    Qualcosa da dire

    Some html is OK