Velcofin pronta per l’esame Udine. Amarcord Madonna.

“Ritorno con grandissimo piacere ad Udine, dove ho trascorso sei anni indimenticabili. E sarà davvero bello avere di fronte alcune ragazze che, durante l’esperienza friulana, crescevano piano piano nella formazione Under 14 che allenavo”.

Parole cariche d’affetto quelle di Tayara Madonna, accolta nella famiglia Libertas Basket School alla sua prima uscita dalla cestisticamente natia Busto Arsizio. “Non ero ancora diciassettenne e giocai la prima stagione in serie B nella fila del Palmanova. Poi sempre A2 e domani (oggi per chi legge) sarò di fronte al club che ha salutato l’inizio del mio percorso professionale”. Ed è questo l’auspicio dello staff Velcofin, impegnato ad aiutare Tay nella risoluzione di una contrattura al quadricipite che ne ha limitato la disponibilità settimanale: tanto che l’ultimo consulto, in programma poche ore prima dell’incontro, dirà se l’esterna biancorossa potrà, o meno, prendere parte alla sfida sul legno del Palasport “Manlio Benedetti”. “Ancora una volta rischiamo di non essere al completo – argomenta l’assistente allenatore Alberto Pan – per una Stoppa che rientra ecco il dubbio Madonna. Ma preferisco vedere il bicchiere mezzo pieno e dico che gli infortuni ci hanno offerto la possibilità di allenare meglio le nostre giovani: con Palermo hanno risposto positivamente e, giorno dopo giorno, dimostrano di crescere e migliorare. Naturalmente contiamo di avere Tay al massimo della disponibilità”. Anche perché il team di coach Waldi Medeot (51.25 la media punti realizzati, 60.25 subiti), al di là di un bilancio iniziale che propone tre gare alla voce “passivo” e una soltanto nella colonna “attivo”, costituisce un banco di prova di assoluto spessore per le ambizioni di Ferri & C.: a maggior ragione dopo aver completato il recupero di Debora Vicenzotti, leader motivazionale e tecnico della neopromossa Delser. “E’ una squadra fisicamente importante – spiega Pan – certo ancora alla ricerca di equilibri, ma che ha già una fisionomia ben delineata. Soprattutto per quanto riguarda le prime cinque, con il play Rainis che sa spingere la palla e utilizzare bene le penetrazioni e la lunga Ofomata, non molto alta, ma capace di sfruttare la struttura fisica per giocare spalle e fronte a canestro: senza trascurare che è dotata di un’agilità che le permette di offrire alla squadra grande duttilità in difesa. L’asse play-pivot, dunque, ci proporrà un esame carico di insidie. Non dimentico Vicenzotti, atleta esperta e competitiva, pericolosa dall’arco grazie al tiro di cui dispone. Completano il quintetto l’ala Da Pozzo e la guardia Mancabelli, giocatrici che nella categoria hanno saputo ricavarsi spazi e ruoli ben definiti. Fondamentali saranno, una volta di più, concentrazione e intensità, senza smarrire la qualità della nostra difesa, che, sino ad oggi, ha concesso davvero poco”.
Udine come inizio, poi Ferrara (Giovedì 10) nell’anticipo dovuto all’impegno europeo di Jakovina con la nazionale slovena, chiusura Domenica 13 al PalaGoldoni con il Sistema Rosa Pordenone: tre gare in nove giorni che chiameranno Vicenza ad una gestione attenta delle risorse fisiche e mentali. “La programmazione stilata da coach Corno – puntualizza il braccio destro del capo allenatore – è mirata proprio a dosare attentamente il dispendio di energie tanto nell’attività quotidiana di allenamento, quanto nelle gare vere e proprie. Ora pensiamo alla Delser, poi dedicheremo massima attenzione a Ferrara, trasferta problematica perché ci misureremo con una squadra che fa del gioco in velocità la sua arma principale. Superfluo dire che dovremo stare molto attenti. Infine Pordenone, gruppo assai giovane e formato da Under 18, ma già con un cospicuo bagaglio di esperienza e più di una individualità inserita nella nazionale di categoria”. Cuori e menti, intanto sono già sulla strada della bella città friulana: palla a due alle 20.30, direzione arbitrale affidata a Maria Cristina Culmone di Bologna e Giulia Caravita di Ferrara

Ufficio Stampa
Velcofin Vicenza

Niente risposte to "Velcofin pronta per l'esame Udine. Amarcord Madonna."


    Qualcosa da dire

    Some html is OK