Sanga Milano-VelcoFin InterLocks Vicenza 64-58

Sanga: Toffali 9, Calciano, Zagni 9, Capucci, Visigalli 2, Kostova 8, Giulietti, Quaroni 15, Trianti 5, Gomac 16, Stilo e Pagani n.e. All. Ugo Pinotti
VelcoFin InterLocks: Matic 7, Chicchisiola 13, Destro 6, Monaco 17, Colombo 2, Stoppa 5, Gamba, Ferri 4, Santarelli, Zanetti 4. All. Aldo Corno
Tl: Milano 10/18
Vicenza 13/25
Uscita per 5 falli Kostova al 35°.
Arbitri sig. Francesco Zaniboni e Antonio Giuseppe Giordano

Raramente ci è capitato di vedere due partite così distinte nello stesso match.
La prima partita si è protratta per 30 minuti e si è conclusa col punteggio di 57-35 per Milano. La seconda di 10 minuti ha visto prevalere Vicenza per 23-7. Ma il risultato finale 64-58 inequivocamente premia con pieno merito Sanga Milano. La partita ha praticamente sempre visto in testa il Sanga: solo all’8°minuto sull’8-10 Vicenza ha messo timidamente avanti la testa per la prima ed unica volta. Poi è stato un monologo ambrosiano culminato al 7° del terzo semitempo col massimo vantaggio 51-25. Su Vicenza, che non riesce a trovare il canestro, scende il buio più totale. Solo nel quarto semitempo si sente un’altra musica e si vedono risultati lusinghieri. Corno passa a zona 1-3-1 che permette di recuperare palloni su palloni e lentamente Vicenza rosicchia lo scarto. In due minuti 3 bombe, 2 di Monaco ed una di Destro, riportano VelcoFin in partita con un break di 16-4. Il 61-54 con Kostova uscita per 5 falli e con tre minuti ancora di gioco davanti dà speranze che però si infrangono definitivamente a 41 secondi dalla fine con un canestro annullato a Stoppa per blocco irregolare di Matic: peccato, si sarebbe arrivati a 63-58.
Alla vigilia Corno aveva lamentato fin qui l’eccessiva bassa percentuale del tiro da fuori. A Milano il 20/71 parla da solo; se si perdono anche 24 palloni…il non gioco è fatto. Da notare l’ottimo approccio al tiro di Federica Monaco – 8/9 ai tiri liberi e autrice di 16 punti nel solo secondo tempo – e la buona prova di Clara Chicchisiola. In panchina Santarelli che a metà del secondo semiperiodo si è slogata la caviglia sinistra e non è più rientata. Un elogio particolare alla squadra avversaria: giovanissima, molto veloce e capace di puntare a canestro con determinazione. Ottima prova di Quaroni e Toffali, ma soprattutto di Gombac, capace di un bel 4/6 da tre, che con i suoi 24 anni è la più “anziana” del gruppo.

Ufficio Stampa
A.S. VelcoFin InterLocks Vicenza

Niente risposte to "Sanga Milano-VelcoFin InterLocks Vicenza 64-58"


    Qualcosa da dire

    Some html is OK